La spiritualità femminile è una delle forze più ricche e dinamiche che l’umana società abbia conosciuto. Il lato femminile del divino è stato ignorato per molto tempo dopo l’avvento del potere maschile e delle religioni monoteiste che oggi ben conosciamo. Le donne hanno quindi stabilito delle proprie tradizioni che hanno forme diverse, spesso ispirate alla Dea Madre (la Terra), in cui esplorare e riscoprire i misteri femminili. Per farlo è però necessario lasciare andare gli stereotipi imposti dalla società. Il mito, il canto e la danza sono alcuni dei mezzi utilizzati per questa trasformazione. 
Ci sono tracce di cerimonie e raduni risalenti al Paleolitico. La forma riverita in quei raduni rappresentava il femminile. Nel tempo sono rimaste numerose testimonianze che attestano come fosse uso per le donne di sedere in cerchio, spesso attorno al fuoco, per il cibo, sì, ma anche per condividere, sviscerare, decidere, trovare ascolto e supporto.

Quando noi donne ci riuniamo in cerchio
lo facciamo per offrirci l’un l’altra uno spazio sacro. 
Per portare nel tempo presente un modo antico di connettersi.
Per approfondire le nostre identità, di individui e come gruppo,
per guarire la nostra vita,
per condividere la gioia, gli obiettivi, le intenzioni più alte
e per essere parte attiva del cambiamento del mondo.


Perché un cerchio oggi?
Abbiamo perso l’abitudine a questa connessione profonda, uno dei blocchi fondanti della comunità. Oggi più che mai ci si sente isolate, tagliate fuori, o magari incapaci di trovare vero supporto nel cerchio di conoscenze più strette. Le relazioni crescendo sono cambiate, evolute a volte non in meglio o più semplicemente, il modo in cui ci sentiamo viste e riconosciute non ci assomiglia più. Sentiamo il bisogno di profondità ancestrali, di portare consapevolezza anche spirituale, assetate e affamate di nuove relazioni, pur rinforzando quelle esistenti.

Perché la luna?
La luna è simbolo del femminile e una potente forza magnetica insieme. 
È una dea e un contenitore magico. 
Un flusso che detta le stagioni, la fertilità e il riposo del nostro ciclo, della nostra mente e dei nostri campi, i luoghi da cui riceviamo sostegno e vita.
13 come i mesi lunari, come gli Apostoli e per invitare la trasformazione vera nella nostra vita, di cui il 13 è simbolo.

Perché adesso?
I tempi sono maturi, più che maturi. Ovunque nel mondo la forza dell’unione femminile sta cercando e trovando sviluppo. Siamo tutte chiamate a riscoprire i nostri poteri come donne, a ritrovare la nostra naturalità e ciclicità nella vita perché ogni stadio e importante. 
Madre Terra ci chiede di contribuire al suo sostegno con il nostro amore e le nostre intenzioni di guarire una ferita antica come il mondo, perpetrata al grembo femminile da millenni di repressione.

Perché tu?
Ascolto le tante grida silenziose di donne che cercano un luogo altro dalla casa o la famiglia, in cui riscoprire, ritrovare, riabbracciare se stesse nella sorellanza, nel sostegno, nell’amore, nelle risate, nella conoscenza di nuove e antiche pratiche per portare più abbondanza e felicità nella propria vita. Questa è la mia intenzione sacra che mi spinge a portare in vita questo gruppo e sarei onorata di poterlo fare insieme a te.

Dove:
Il tempo e lo spazio sono un’illusione… nel mio lavoro con i Registri Akashici, questa consapevolezza emerge ancora e ancora. 
Via Internet è la forma che ho ritenuto perfetta per noi. Basta anche uno smartphone e non esiste la scusa di dovere uscire di casa o di non essere pronte. Essere a km di distanza “fisica” e ritrovarsi nello stesso luogo energetico in un continuum temporale ha qualcosa di magico e potente.
Per quelle che pensano di avere limiti con la tecnologia: per accedere basterà cliccare sul link che troverete una volta confermata la vostra partecipazione, al giorno e all’ora giusta. E sì, vi sarà anche inviato un promemoria poche ore prima dell’inizio!

Cosa faremo:
Ogni incontro si svolgerà seguendo una traccia, un canovaccio, che ci lascia però libere di condividere, partecipare e sperimentare il cerchio come più ci aggrada in ogni momento. Nel rispetto e nell’ascolto delle proprie emozioni e necessità. Discuteremo temi differenti ogni volta e utilizzeremo le energie lunari e quelle del cerchio per prendere coscienza delle nostre intenzioni ed obiettivi e per realizzarli. Saremo di supporto le une alle altre. Impareremo ogni volta qualcosa di nuovo. Lasceremo spazio affinché anche l’Universo sia libero di dare il suo contributo.

Quando:
Iniziamo il 25 settembre dalle ore 20:30, con la luna piena nel segno dell’Ariete – il principio del nostro viaggio, personale e lunare, attraverso i 12 segni dello zodiaco, una metafora dell’evoluzione dei vari stadi del nostro cammino, anche come anime.
Questo primo incontro è aperto a chi ha partecipato ai precedenti Cerchi, a chi non ha mai preso parte a nessun cerchio in vita sua, a chi avrebbe voluto ma per una ragione o un’altra, non è ancora riuscita a mettersi in viaggio.

Sei ufficialmente invitata all’apertura del Cerchio delle 13 Lune!

Per partecipare, ti basta cliccare qui.

cerchio delle 13 lune

Al nostro successo! Elisa.