Messaggi dall’Akasha – Maggio 2020

La Luna Nuova questo mese avviene nel segno dei Gemelli, dettando quindi un certo tipo di influenza possiamo dire a grande scala su quella che potrebbe essere la nostra esperienza.

Come per il mese scorso, in occasione della Luna Nuova ho interrogato i Registri Akashici per ricevere una indicazione sulla qualità dell’energia al lavoro per noi e disponibile a chi desideri centrare la sua attenzione sulla propria evoluzione personale.

Scopro che benché la qualità dell’energia assuma appunto sfumature e toni diversi a seconda del segno zodiacale coinvolto, i messaggi dall’Akasha si ripetono da qualche mese in versioni leggermente diverse, reiterando quella che sembra essere la cosa davvero più importante a questo punto del percorso:

non lasciarsi sfuggire l’occasione che ci è stata data per CAMBIARE.

Che di per sé non è un messaggio nuovo – ma ahimè, se si ripete significa che la missione non è stata ancora completata.

Condivido sotto lo stralcio finale del messaggio e la seguente lettura dei Tarocchi Akashici – per favorire la trasmissione del messaggio includendo un simbolo visibile e possibilmente chiaro per tutti.

N.B.: nel gruppo Facebook condivido invece la lettura completa del messaggio e una meditazione a chiusura dell’incontro. Se ti interessa partecipare, puoi iscriverti cliccando qui. È necessario rispondere alle domande che troverai per essere accettato nel gruppo.

La vostra connessione col Divino è sempre stata una opzione. Se non la mettete al lavoro per voi, però, ricordate: la scelta è vostra.

Ma come parlare di connessione al Divino quando a malapena vi occupate di ciò che pensate e sentite?

La chiave È questa.

Si cominci da chi siete.

Le carte, ora.

L’immagine parla chiaro (The Lookout).

La situazione attuale è quel che è: una barca in fiamme in mezzo al mare. Non resta molto da fare se non lasciare andare intimamente ciò che comunque perderemo.

E a volte, ciò che viene perso voleva essere perso: fosse una persona, un lavoro o un intero modo di vivere, era comunque giunto il momento di girare pagina.

La vera salvezza – il porto sicuro – è rispondere finalmente a quella chiamata, la chiamata più importante.

Quella del risveglio, della coscienza che ci agita i sonni e ci tira per la manica per farci vedere.

L’uomo col cannocchiale in vetta all’imbarcazione in fiamme sta cercando aiuto: non sa o non ha ancora capito che quella chiamata al risveglio sta ardendo ormai da tempo.

 

Osserva ora la carta alla tua destra, The Light of the World: la Luce sta bussando alla tua porta.

Siamo pronti ad aprirle?

Nella scena, l’uomo, nella tranquillità della sua casa, è distratto dalle sue usuali attività.

Il gatto, la parte più istintiva, si è avvicinato alla finestra. Che è già aperta e si offre come metafora. Che sia possibile finalmente aprirsi alla verità che vuole entrare?

Cosa accadrà se decidiamo di andare ad aprire la porta?

Un rovesciamento di ciò che si era finora conosciuto, considerato vero o come unica possibilità.

Immagina (The Scribe) che il tavolo su cui tutti gli scrivani solo alacremente al lavoro, si rovesci all’improvviso. Le pergamene arrotolate volano per aria, confondendosi.

Far entrare quella luce porterà inevitabilmente al bisogno di lasciare andare ciò che è ormai obsoleto, le nozioni vecchie e inadeguate come i modi di agire che vi corrispondono.

Questo porta ad aprirsi ad una coscienza più alta, ad elevarsi. Per pensare in maniera nuova dobbiamo abbandonare i vecchi concetti. Per scegliere nuove direzioni, dobbiamo aver deciso di chiudere i sentieri precedenti.

Quali sono questi nuovi concetti e direzioni?

Quelli che in fondo sono stati sotto i nostri occhi ormai per lungo tempo: il bisogno di riconoscere la realtà come un’esperienza multidimensionale e ben più plasmabile, complessa e allo stesso tempo, semplice, di quanto ci siamo raccontati ormai da qualche millennio. Quella che io (Elisa) chiamo dimensione spirituale.

Per tornare al segno zodiacale in cui la Luna si fa Nuova questo mese, ci spinge a lasciare il gemello triviale e superficiale per quello più evoluto e determinato sulla via della vera conoscenza del sé.

Chi è del segno dei Gemelli, è come se avesse due teste che pensano in un corpo solo, o per meglio dire, due distinti e opposti aspetti che si agitano nello stesso uomo.

Uno distrae l’altro e non è semplice discernere quale dei due stia perseguendo la strada, o l’obiettivo, migliore.

Riconoscere queste energie dentro se stessi, aiuta a cambiare ed evolvere oltre la superficialità, oltre il volere trattenere tutto nelle proprie mani. 

Questa è un’informazione importante: la sfida si fa più intensa ora, se si considera quanto sia importante correggere se stessi a questo punto della corsa.

Quello che appare comunque evidente, è che il nostro viaggio non è affatto finito, ne tantomeno la nostra possibilità di alzare l’asta e guardare più in alto e più lontano. 

Se la collettività ha bisogno di realizzare questo cambio di paradigma, il cambio di paradigma può avvenire grazie al nostro impegno personale e indiscusso, nello scoprire e realizzare il nostro potenziale e la nostra missione.


Cosa ne pensi? Lasciami un commento o una domanda, se ne hai. Come sempre se hai bisogno di aiuto, puoi prenotare la tua chiamata gratuita cliccando qui.

Articoli simili